Allevamento" di OROVAL "
Per capire come nasce l'allevamento di OROVAL bisogna conoscere la storia di Carmelo Sesto, il suo fondatore.

Il puzzle della cinofilia si arricchisce di uno dei suoi pezzi più colorati, verso la fine degli anni 50 quando, arrivò in casa sua il suo primo cucciolo di P.T.: Argo di "ca Zuliani" figlio di Bandit di "ca Zuliani" campione italiano di lavoro.
A questo cane ne seguirono altri mentre cresceva la passione sempre più forte tanto che si spinse a studiare i libri d'allora di Scanziani e Fioroni sui quali venivano riportate le foto dei cani dei migliori allevamenti di quegli anni.

Arrivarono gli anni del "militare", del matrimonio e del primo figlio ma la passione non diminuì mai finche nel 1974 all'esposizione internazionale di Varese ai bordi del ring dove giravano i cani da pastore tedesco mise il primo piede nel mondo della cinofilia: una lunga e importante "chiaccherata" con Giuseppe Zuliani, noto allevatore di pastori tedeschi dell'epoca (con l'affisso "di cà Zuliani"), dove, esternata la sua grande passione per la razza, quest'ultimo acconsentì che potesse frequentare il suo allevamento. Come il miglior comandante di un vascello inizia la carriera come "mozzo", in quel periodo partì dall'"abc": portare a spasso i cani al guinzaglio, spazzolarli, aiutare a dar loro da mangiare fino a fare le pulizie del canile... il tutto, ovviamente, nel tempo libero dopo il lavoro. Cominciò lì a capire le differenze comportamentali fra cani sicuri, timidi, aggressivi per insicurezza, mordaci e cosi via. Ritenne, col senno di poi, veramente una grande fortuna aver potuto compiere quell'esperienza perché, anche se in quel momento non si rendeva conto, fu importante e determinante per la carriera che avrebbe intrapreso più avanti.

Il sig. Zuliani capì la sua serietà e forse anche le sue qualità decise allora di farlo socio della S.A.S.e sucessivamente lo fece iscrivere, l'anno dopo, al corso ufficiale nazionale per figuranti che si tenne a Borgomanero, diretto dal sig. Roman G. Ezio. Anch'egli fu colpito dalla passione e dalla serietà con cui cercava di ripetere gli esercizi che si insegnavano tanto che alla fine del corso fu autorizzato a frequentare la sua scuola di addestramento, cosa che fece per diversi anni acquisendo quelle basi che gli consentirono di essere impiegato come figurante al campionato europeo di add.to svolto a Borgomanero nel 1978 e ai campionati sociali di all.to e add.to degli anni successivi. Ormai il settore add.to era diventato il suo unico obiettivo: tutte le domeniche era impegnato come figurante ma questo non gli bastava: voleva completarsi e così acquistò dal sig. Roman il primo cane "da lavoro": Akky v.d. Feuermaschine col quale fece diverse prove sempre ben figurando tra cui un 5° posto in classe A al camp. soc.di add.to nel 1979.
Nel 1981 ad Harderwijk Olanda partecipò con Kush per la prima volta ad un camp. Europeo ottenendo la qualifica Buono; un mese dopo partecipò al camp.soc. a Firenze classificandosi 4°. Cominciò lì la voglia di spingersi ancora più avanti: fare qualche cucciolata con l'obiettivo di far nascere dei cani con le caratteristiche adatte ad essere impiegati nelle prove di lavoro, da cui, appunto, deriva il nome del suo affisso, riconosciuto dall'ENCI nel 1986, " di OROVAL" leggesi al contrario LAVORO.
Da li continua la sua attività cinofila impegnato in tutti i settori: come allevatore, come figurante e conduttore prima e anche come giudice dopo. All'inizio del 1998, infatti, corona la sua vita cinofila, con la nomina di giudice per prove di utilità e difesa. Nei dieci anni a seguire, senza mai smettere di condurre i suoi cani ai maggiori appuntamenti uscendone sempre coi migliori risultati,viene impiegato come giudice nelle più importanti manifestazioni nazionali, ciò nonostante, continua a dedicarsi ai ragazzi del suo campo e non, cercando di migliorare sempre più i loro cani o le loro conoscienze, sia che fossero conduttori, figuranti o aspiranti giudici cercando di trasmettere loro parte del suo bagaglio culturale che non ha mai smesso di crescere, vedendo in loro quella voglia che era in lui quando iniziò la sua carriera cinofila.
Questo suo modo di capire il cane, datogli dal saperlo vedere con gli occhi di conduttore, figurante, addestratore e giudice fusi in un unico sguardo, lo portarono a migliorarsi sempre più fino a portarlo a essere conosciuto e stimato a livello mondiale, fama questa coronata nel 2008
con la nomina a giudice del mondiale WUSV tenutosi a Cincinnati USA, dopo aver già giudicato il mondiale FCI nel 2006 e il mondiale FH nel 2008
.
Presta le sue conoscienze e la sua esperienza a tutti i Club delle razze da utilità, e per questo partecipa e tiene corsi per figuranti, fino ad arrivare a organizzare e tenere corsi di aggiornamento per i giudici stessi. La sua infinita passione, la sua determinazione, la sua grande umiltà e quel certo non so chè che aveva nel sangue, gli hanno permesso di raggiungere quei traguardi che solo chi, con la sua completezza cinofila a 360° (giudice, conduttore, figurante, addestratore-preparatore, allevatore) poteva raggiungere:
9 Podi al Campionato sociale SAS con
2 volte secondo classificato
7 volte campione Italiano
18 volte selezionato per la squadra Italiana con 8 cani diversi
10 volte al Mondiale WUSV con la conquista del titolo di Vice Campione Mondiale nel 2002
8 volte al Mondiale FCI
12 cani del suo allevamento selezionati per i Mondiali WUSV e FCI dal 1993 al 2007
I suoi innumerevoli successi non hanno mai placato la sua enorme passione che con grande maestria è riuscito a trasmettere agli amici a lui vicino, che grazie ai suoi insegnamenti, mettono in pratica sui campi di addestramento e nelle gare più importanti, riuscendo ancora oggi a fare grandi risultati con i cani di oroval e non solo.